Privatizzazione della discarica: i grandi risultati dei "capaci".

La sciagurata volontà di privatizzare Rimateria e di consentire la costruzione di una nuova enorme discarica continua a riservarci ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino comunica che lunedì 18 Febbraio, ci sarà una visita presso Rimateria della Commissione Regionale Rifiuti di cui farà parte anche il consigliere regionale del ... See more

Piombino 2020: una candidatura che è costata molto ma che non porterà soldi da investire nelle strutture sportive piombinesi.

Abbiamo ricevuto risposta dal Sindaco Massimo Giuliani alla nostra ... See more

FONTANELLE DELL'ACQUA: UN BELL’ANNIVERSARIO

Ad un anno dall'installazione delle fontanelle dell'acqua in Via Salgari e a Riotorto:
1'376'150 litri di acqua erogata equivalenti a circa 917'433 ... See more

Movimento 5 Stelle Piombino

Il Movimento 5 Stelle Piombino, con i suoi consiglieri e attivisti, è sempre stato in prima linea nella lotta contro la creazione di un Polo dei rifiuti nel nostro Comune con una posizione chiara ... See more

Questa mattina in Consiglio Comunale è stata approvata la delibera per Wecologistic.

Voti favorevoli: PD e Spirito Libero.

Voti contrari: M5S, Un'altra Piombino, Ferrari Sindaco Forza Italia, ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino, con i suoi consiglieri e attivisti, è sempre stato in prima linea nella lotta contro la creazione di un Polo dei rifiuti nel nostro Comune con una posizione chiara ... See more

Movimento 5 Stelle Piombino

Il Movimento 5 Stelle Piombino condanna per l'ennesima volta la linea di condotta tenuta dall'amministrazione del Comune di Piombino dall'inizio della procedura che ha portato alla ratifica della ... See more

Resta aggiornato!

Il Movimento 5 Stelle Piombino condanna per l'ennesima volta la linea di condotta tenuta dall'amministrazione del Comune di Piombino dall'inizio della procedura che ha portato alla ratifica della ... See more

ACQUA:
RISPARMI PER I NUCLEI FAMILIARI NUMEROSI.

Asa è finalmente tenuta ad applicare il piano tariffario che il Movimento 5 Stelle Piombino in collaborazione col forum dei movimenti per l'acqua, ... See more

Movimento 5 Stelle Piombino

QUALE FUTURO VOGLIAMO PER PIOMBINO?
Le forze politiche che concorreranno alla prossima tornata elettorale comunale che tipo di programmazione territoriale propongono?
In questo contesto come si ... See more

QUALE FUTURO VOGLIAMO PER PIOMBINO?
Le forze politiche che concorreranno alla prossima tornata elettorale comunale che tipo di programmazione territoriale propongono?
In questo contesto come si ... See more

Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Mercoledì 23 gennaio alle ore 15 :30 è convocata la IV Commissione Consiliare il cui ordine del giorno riguarda due argomenti molto importanti per il nostro territorio. Ricordando che le ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino vuole comunicare pubblicamente il proprio NO al progetto Creo.

Piombino versa in una situazione davvero critica sotto il profilo ambientale: una discarica esaurita che ... See more

CI RISIAMO!

Emerge dal consiglio comunale di Venerdì 11/01 l'ennesima grave offesa ai cittadini, in questo specifico caso a quelli che si sono impegnati e autotassati per raccogliere le firme per ... See more

Non mancare!
Nell'Assemblea di Lunedi 14 parleremo del tema rifiuti, raccolta porta a porta, tariffa puntuale ecc..
Con la presenza di Andrea Romano, profondo conoscitore del tema e delle ... See more

Venerdì 11 Gennaio, alle ore 8:30, verrà convocato il Consiglio Comunale.

Queste sono le nostre proposte!

Ricordiamo che il Consiglio Comunale è pubblico e che possono entrare nell'aula ... See more

Ti aspettiamo stasera!

L'annuncio alla cittadinanza della volontà del sindaco Giuliani di dare vita a un gruppo di lavoro sullo stato della discarica è, per il Movimento 5 stelle Piombino, una presa di posizione iniqua, ... See more

🕘🕘🕘

Non perderti le nostre riunioni di Gennaio!

Luigi Di Maio

Manovra del popolo: FATTO! 😀

È la prima legge di bilancio scritta con il cuore e pensando agli italiani. Abbiamo ancora tanto da fare, ma la strada è quella giusta.
Voglio dire grazie a tutti. ... See more

Abbiamo appreso in questi giorni dalla stampa locale dell'abbandono di diversi membri della Segreteria dell'Unione Comunale PD, tutti facenti capo alla cosiddetta corrente " anselmiana " del partito. ... See more

Domani sera, ti aspettiamo!

Il Movimento 5 Stelle Piombino augura buone feste a tutti i Cittadini!

Approfittiamo per fare adesso gli auguri di Natale al PD, dato che alla ripresa pomeridiana il numero legale è caduto, con il conseguente scioglimento dei lavori.

Durante la seduta mattutina sono ... See more

Stasera nella nostra assemblea parleremo del prossimo consiglio comunale.
Partecipa anche tu!

Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Cena di Natale del MoVimento 5 Stelle Piombino! 🎅⭐⭐⭐⭐⭐

DOPO LA NOSTRA VISITA ALLA SCUOLA ECCO LA NOVITÀ : 📌 Ci eravamo presi l'impegno di far chiarezza sulle problematiche del giardino della ... See more

LE IDEE, QUELLE GIUSTE.

Quando un'idea è giusta, mette comunque le radici. Il Movimento 5 Stelle Piombino presentò a Giugno 2017 la mozione sulla riqualificazione dell'acquedotto Cornia ... See more

+++Abbiamo chiesto alla Regione Toscana se sia legittimo che Rimateria faccia una discarica in area SIN.
Risposta della Regione: lo chiediamo a Rimateria!+++

Purtroppo ci troviamo a registrare un ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino è alla ricerca di un fondo per aprire la propria sede ed essere così più raggiungibile dai propri elettori e da chi vorrà conoscerci. Aiutaci a rendere il Movimento ... See more

TI UNISCI A NOI?

Non mancare alla nostra cena di Natale, aperta a tutti i cittadini!
Se vuoi partecipare anche tu, commenta questo post oppure manda un SMS al 370 35 06 381.

Ti aspettiamo!

COMMERCIO, ARTIGIANATO, TURISMO, PMI.

Le recenti dimissioni dell'Assessore di riferimento, lasciano un pericoloso vuoto in vista della prossima stagione 2019, ormai alle porte.
Il Movimento 5 Stelle ... See more

Sergio Costa

A.A.A. Massimi esperti cercansi!
Ingegneri,avvocati, medici, esperti ambientali ed economisti con un comune denominatore: l'ambiente.
Stiamo cercando i migliori profili italiani per formare la ... See more

A.A.A. Massimi esperti cercansi!

Ingegneri,avvocati, medici, esperti ambientali ed economisti con un comune denominatore: l'ambiente.

Stiamo cercando i migliori profili italiani per formare la ... See more

Ricordiamo ai cittadini piombinesi che oggi 30 novembre è la scadenza per potersi iscrivere nelle liste degli SCRUTATORI.

Gli scrutatori saranno scelti dall'apposita commissione elettorare, formata ... See more

Il partito democratico isolato nella #votazione.

Comune di Piombino - Consiglio Comunale online

+++ CONSIGLIO COMUNALE +++

Segui la diretta al link qui sotto:
http://www.comune.piombino.li.it/pagina1803_consiglio-comunale-online.html

Portale Istituzionale del Comune di Piombino

EROSIONE COSTIERA: a Piombino al parco della sterpaia per un sopralluogo a seguito degli eventi calamitosi di fine ottobre. Vi raccontiamo delle esigenze dell ambiente e dei balneari, sentite qua: ... See more

+++CONSIGLIO COMUNALE+++

Si svolgerà giovedì 29 Novembre.
Ecco le nostre proposte!

Eccoci all’epilogo di un risultato annunciato:
la Regione Toscana ha giudicato non valida la garanzia della società Finworld per la polizza fideiussoria pagata da RiMateria.

Ripercorriamo ... See more

➡️Grazie alla sollecitazione del Movimento 5 Stelle Piombino, è stato ottenuto che il contratto di acquisizione delle quote di RiMateria da parte di Unirecuperi s.r.l. sia consultabile da tutti ... See more

Martedì 13 novembre i rappresentanti del Movimento 5 Stelle Piombino si sono incontrati con il Vice Capo di Gabinetto al Mise Ing. Giorgio Sorial per fare il punto della situazione sulla vicenda ... See more

ARRENDERSI MAI

Stamattina le commissioni referendaria si sono riunite per la terza volta. Mentre la commissione giudicante il quesito sulla vendita delle quote si aggiornerà mercoledì p.v., la ... See more

Archivi del mese: Marzo 2016

Tariffe dei rifiuti: ecco perché pagheremo di più (e più a lungo)

image

Era già stabilito. Per quanto i sindaci e gli amministratori della Val di Cornia si ostinassero a negare l’evidenza, la condanna è ormai certa: più tasse e meno servizi, zero gestioni virtuose. Questo in sostanza verrà sancito, nero su bianco, nell’assemblea del 24-Marzo dai soci di ATO e gli amministratori di SEI Toscana, in materia di raccolta e smaltimento dei rifiuti, anche per la Val di Cornia. Se alcuni disagi sono già sotto gli occhi dei cittadini inconsapevoli, il quadro completo del disastro si intravede ora chiaramente.

Ecco alcuni degli accordi che saranno sottoscritti: 

 TARIFFE GIÀ STABILITE. L’accordo di gestione con SEI Toscana infatti, valido fino al 2019, fissa già oggi quanto i comuni soci di ATO dovranno versare per il servizio, una cifra a salire che parte da circa 8 milioni di euro per il 2016 per arrivare agli oltre 9 Milioni per il 2019. Sarà quindi ininfluente sia la quantità di rifiuti conferita, sia la qualità della differenziata. 

– ZERO POSSIBILITÀ DI MIGLIORARE IL SERVIZIOFirmando un contratto di servizio di tale durata (scadenza 2019) sarà impossibile per i comuni avviare modelli virtuosi di gestione dei rifiuti. Tutti gli eventuali servizi aggiuntivi infatti (es. porta a porta) dovranno essere richiesti in aggiunta a SEI Toscana e comporteranno quindi un ulteriore aumento delle tariffe, in barba a quanto invece si potrebbe ottenere valorizzando i rifiuti invece di incenerirli o conferirli in discarica. 

– UNA LENTA AGONIA. I comuni (quindi i sindaci soci) sanno benissimo che entrare in ATO ed accorpare i servizi con SEI Toscana causerà costi maggiori per i cittadini. Lo conferma un’altra clausola presente nell’accordo di cui parliamo, dove si specifica che, a fronte di un canone di minore entità richiesto per i primi anni di servizio, ma comunque già in aumento, il gestore unico si riserva la possibilità di recuperare quanto dovuto attraverso l’allungamento del contratto , fino all’ottenimento dell’utile stabilito. Un modo come un altro per garantire utili del pubblico a società private.

Quindi, ripetiamo ancora una volta: avremo di meno, pagando di piùE se ci stancassimo di farlo e volessimo recedere, non ci permetterebbero di farlo. Su Sei Toscana è in corso peraltro un’indagine della Magistratura, per irregolarità nella gestione della gara d’appalto, dove si presume che il soggetto aggiudicatore del bando sia sostanzialmente lo stesso che lo ha redatto. A questa società, con questi presupposti e con questi scenari presenti e futuri i nostri sindaci hanno consegnato a tempo indeterminato la gestione dei nostri rifiuti. 

Non crediamo ci sia da aggiungere altro.

 

MoVimento 5 Stelle Piombino e Val di Cornia

Piombino

Campiglia Marittima 

San Vincenzo

 

Su Baratti una guerra tra bande, ma nessuno da la soluzione

 

In questi giorni l’Associazione Costa Toscana Cambiaverso è intervenuta sulla delicata situazione in cui versa l’arenile del Golfo di Baratti, sollecitando la chiusura dei «cantieri archeologici autorizzati in riva al mare», ritenendoli una causa dell’erosione della spiaggia.imageIl nuovo direttore dei Parchi e l’assessore Pellegrini hanno contestato quella posizione. Tuttavia qualcosa non torna. L’assessore Chiarei, rispondendo ad una nostra interrogazione, ha infatti sostenuto che «i vari scavi archeologici effettuati, ed in corso d’opera, sul litorale di Baratti» rappresentano una «criticità» per gli equilibri dell’arenile.
Su questa stridente contraddizione, chiederemo alla Giunta di fare chiarezza, ma intanto il comunicato dell’Associazione Costa Toscana Cambiaverso ci preoccupa anche quando sostiene che «sarebbe auspicabile che fosse realizzato il progetto di sistemazione morfologica del litorale, magari attuando quei piani d’interventi già finanziati da più di un decennio».
Sull’argomento abbiamo organizzato una giornata di studio, dopo una recente pubblicazione scientifica che, tra le altre cose, ha rimesso in discussione i principi fondamentale su cui si basa il decennale «progetto di sistemazione morfologica del litorale». Giornata alla quale non ha partecipato alcun assessore, pur essendo stati invitati.
Una sintesi parziale di quanto è stato detto è stata pubblicata sul giornale del Comune, nell’estremo tentativo di attivare un confronto, che non c’è stato per il più completo e, secondo noi, colpevole disinteresse del partito di maggioranza.
In ogni caso ci sembra che, all’interno del PD, manchino un po’ di collegamenti e ci permettiamo di ricordare all’Associazione Costa Toscana Cambiaverso, quando chiede di partire subito con l’attuazione del progetto provinciale essendo già stato finanziato, che lo stesso assessore Chiarei ha scritto che «Vista la storia pregressa – ultradecennale aggiungiamo noi – non è possibile fare previsioni sui tempi di esecuzione del progetto Baratti». Ritardo dovuto all’impossibilità di trovare il materiale adatto per reintegrare le perdite della spiaggia e non per la mancanza di fondi.
Per tutto questo non possiamo che riconfermare la percezione di essere «di fronte ad una manifesta incapacità di governare il territorio da parte del PD e ci chiediamo se il vero problema di Baratti sia l’erosione o quello di riaprire un confronto (dopo 12 anni!) sul progetto della Provincia».
Per ritornare agli scavi archeologici, anche per quanto è stato detto sulle cause dell’erosione, non vi è nulla che possa suffragare una loro influenza nella dinamica costiera del golfo.
Detto questo ci sembra opportuno andare oltre e chiarire la nostra posizione sull’argomento. Il Golfo di Baratti rimane un sito le cui potenzialità archeologiche sono ancora notevoli e rappresenta un patrimonio da valorizzare appieno, nell’interesse di tutti. La ricerca archeologica sul litorale non si può fermare, ma con due appunti.

Intanto sarebbe opportuno che i cantieri, a fine di ogni campagna, fossero restituiti in condizioni ordinate e fruibili per la balneazione. In questo senso anche la rimozione dei sacconi rotti e delle palificate, ormai inutili e inefficienti, dovrebbe essere un’operazione talmente scontata che ci fa male il solo pensiero di doverla sollecitare.
Infine la storia di Baratti non si ferma con la cessazione dell’antica siderurgia etrusca e romana e ci chiediamo perché ci si ostini a trascurare tutti quei valori inespressi, che non siano riconducibili al mondo antico.

 

Ps invitiamo i cittadini a partecipare venerdì 8aprile al Centro Giovani dove, dalle ore 17:00, organizzeremo un convegno dal titolo “il recupero industriale delle scorie ferrose di Baratti”. Relatore il geologo Carlo Pistolesi.

 

 

 

Immagine: Immagine fantasiosa di famiglie di partito guelfo e ghibellino, opera novecentesca di Ottavio Baussanoper l’aula consiliare di Asti

Sant’Albinia: alcuni punti oscuri

 

imageVale la pena di affrontare la contorta vicenda che sta dietro al bando di assegnazione in affitto del campeggio di S. Albinia per la stagione 2016. Purtroppo in tutta questa vicenda ci sono alcuni punti oscuri sui quali sarebbe opportuno fare luce a tutela dei cittadini. Occorre tuttavia ripercorrere preventivamente la vicenda per capire meglio quali siano i nodi da sciogliere. Ricordiamo anzitutto che sull’area in oggetto vige una previsione urbanistica che prevede la realizzazione di una struttura turistico ricettiva per 1.000 posti letto potenzialmente di tipo alberghiero e con servizi annessi; durante l’ultimo Consiglio Comunale è stata votata a maggioranza la delibera che inserisce il campeggio (di proprietà della Piombino Patrimoniale) ed una considerevole area adiacente fra i beni alienabili. A dicembre 2015 il Comune ha emesso il primo bando di gara su base d’asta di € 120.665, cifra oggettivamente elevata per una struttura ormai fatiscente e soprattutto per una sola stagione, e com’era prevedibile l’asta, tenutasi il 2/2/2016, va deserta. Viene quindi emesso un secondo bando su base d’asta di € 60.350 che si è tenuta il 4/03/2016, apparentemente andata anch’essa deserta. A questo punto entra in scena la società Turistica Piombino S.r.L, costituitasi appositamente per partecipare alla gara per l’affitto del campeggio. I soci ci riferiscono di aver presentato prima della scadenza un’offerta in busta chiusa, come prevede la procedura, presso gli uffici della Patrimoniale ed in quella sede si sono visti rifiutare l’offerta dal Presidente Rossi in persona, motivando il rifiuto con il fatto che i precedenti gestori non hanno ancora liberato la struttura che di fatto non è ancora rientrata nelle disponibilità della Patrimoniale. Tale motivazione è stata rilasciata in forma scritta ai soci della Turistica Piombino S.r.L che su questa base hanno, com’era prevedibile, intentato causa nei confronti della Patrimoniale. Giunti a questo punto è naturale porsi delle domande alle quali ci aspettiamo pronte risposte da parte dell’amministrazione. L’offerta è effettivamente pervenuta nei tempi stabiliti dal bando? Quali sono le reali motivazioni che hanno portato a rifiutare un’offerta a bando aperto?

Se il campeggio non era tornato nella disponibilità della Patrimoniale, su quali basi si è provveduto ad emettere ben due bandi per l’affitto? Qualora l’offerta della Turistica Piombino fosse stata regolarmente presentata, il suo rifiuto si potrebbe configurare come danno erariale? L’urgenza con la quale si è provveduto ad inserire il campeggio nell’elenco dei beni alienabili e le manifestazioni di interesse pervenute sulla relativa previsione urbanistica sono in qualche modo collegate a questa vicenda? Questa storia assomiglia in modo preoccupante a quanto è già accaduto per la più nota vicenda de “ La Sorgente” di via Amendola e potrebbe accadere che alla fine a pagare il conto saranno i cittadini.

Per questo ci auguriamo che nei prossimi giorni l’amministrazione provvederà a fare prontamente chiarezza su questa vicenda e se così non sarà chiederemo spiegazioni in Consiglio Comunale.

 

Prezzi in vetrina a tutela dei consumatori: botta e risposta col vicesindaco Ferrini

Nell’ultimo consiglio comunale (9-03-2016) abbiamo presentato un interrogazione all’assessorato attività produttive, riguardo l’applicazione  di un nostro ordine del giorno, approvato nel febbraio 2015 Su “prezzi in vetrina a tutela dei consumatori”. (Qui->il testo a suo tempo approvato)

 

Ecco la nostra interrogazione 

 

 image

image

 

LA RISPOSTA DEL VICESINDACO FERRINI 

 

image

image

image

Chi è Online
There are currently 1 user and 0 guests online.
Online users
LikeBox
Facebook By Weblizar Powered By Weblizar