1 month ago

CASO BERTOCCI - da " il Tirreno", 21/10/2018

Un altro pezzo di occupazione alza bandiera bianca nel nostro territorio. È recente la notizia che l’azienda Bertocci Montaggi ha avviato la procedura ... See more

1 month ago
Movimento 5 Stelle Piombino

Questa sera!

Non mancare!

Ti aspettiamo lunedì 22 a Populonia, nella Sala di Quartiere in Piazza Minto 1.

Link dell'evento:
https://www.facebook.com/events/551610861926781/

1 month ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Ora sul palco il Presidente del Consiglio
#Italia5Stelle
#m5s

1 month ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Sul palco di #Italia5Stelle il nostro ministro della giustizia Alfonso Bonafede

1 month ago

CASO BERTOCCI

Un altro pezzo di occupazione alza bandiera bianca nel nostro territorio. È recente la notizia che l’azienda Bertocci Montaggi ha avviato la procedura per il licenziamento di 15 dei ... See more

1 month ago

#Italia5Stelle
Con il consigliere regionale Gabriele Bianchi

1 month ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Siamo arrivati a #Italia5Stelle !
Abbiamo subito incontrato il consigliere regionale Giacomo Giannarelli

1 month ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

In viaggio verso Italia a 5 Stelle!
#m5s

1 month ago

In piazza Cappelletti info point Movimento 5 Stelle Piombino.
Vieni a trovarci!

1 month ago

Non mancare!

Ti aspettiamo lunedì 22 a Populonia, nella Sala di Quartiere in Piazza Minto 1.

Link dell'evento:
https://www.facebook.com/events/551610861926781/

1 month ago

INFOPOINT!

Il M5S Piombino torna in piazza con i banchetti informativi.
Ci troverai sabato 20 Ottobre in Piazza Cappelletti, dalle 16:30 alle 19:30.

1 month ago

Pronti? Si parte 💪Domenica 21 ottobre
Italia 5⭐⭐⭐⭐⭐
Partenza da Piombino: h. 6.30 TERMINAL BUS Via Leonardo da Vinci
Da Venturina ZONA FIERA h. 6.45
Da Follonica ZONA STAZIONE Via ... See more

1 month ago

+++ SAVE THE DATE +++

Venerdì 26 Ottobre, alla sala del Perticale, si svolgerà un evento pubblico aperto a tutti i cittadini sul tema "sicurezza".

I relatori saranno due segretari del Sindacato ... See more

1 month ago

A seguito di alcune segnalazioni da parte di genitori di alunni di Via XXV Aprile, il Movimento 5 Stelle Piombino, attraverso i suoi consiglieri comunali, si è attivato per capire le motivazioni che ... See more

1 month ago

Sono disponibili ancora una decina di posti per #Italia5Stelle.
Partenza domenica 21 ottobre, ore 6:15 circa da Piombino.
Spesa prevista €20/22 a testa.
Rientro entro la mezzanotte a Piombino. ... See more

2 months ago

Sono stati pubblicati da Arpat i dati riguardo la raccolta differenziata nei comuni di alcune province toscane.

Nella nostra provincia, quella di Livorno, Piombino è ultima classificata tra le ... See more

2 months ago

Grazie al lavoro del nostro gruppo consiliare iniziato durante il Consiglio Comunale del 25/05/18, dove richiedemmo con una mozione di mettere in atto azioni per il contrasto all'abbandono di bombole ... See more

2 months ago

Vienici a trovare alla nostra assemblea pubblica!

Questa settimana si svolgerà giovedì 11 Ottobre alla Sala del Perticale in Via Lerario.

Porta un amico e segna la tua presenza al link ... See more

2 months ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Il Movimento 5 Stelle Piombino intende organizzare, per la giornata del 21 Ottobre prossimo, un pullman in occasione dell'evento Italia 5 stelle 2018, che si svolgerà a Roma a partire dal giorno ... See more

2 months ago

Sono state nominate in questi giorni dalla Giunta Comunale le due commissioni che valuteranno l'ammissibilità dei quesiti referendari su Rimateria.

Le stesse risultano composte dal Presidente ... See more

2 months ago

Da adesso siamo anche su Instagram!

Resta sempre aggiornato con il nostro nuovo account:
https://www.instagram.com/movimento5stellepiombino/

2 months ago

La nuova tariffa unica del trasporto per mezzo di autobus pubblici, entrata in vigore il 1 Luglio di quest'anno, mette fine a una situazione paradossale che lasciava mano libera, nella determinazione ... See more

2 months ago

Dal Tirreno di stamattina 🏷
#ortibottagone #wwf #ambiente #piombino

2 months ago
Movimento 5 Stelle Piombino

BUONE NOTIZIE!

Durante il consiglio comunale di ieri, 1 Ottobre, sono state approvate due nostre mozioni.

La prima prevede che chi beneficia di contributi in denaro erogati dal Comune, abbia ... See more

2 months ago
Giacomo Giannarelli

In diretta dal Metropolitan all'Assemblea generale confindustria, con Giacomo Giannarelli

Sono all assemblea annuale di Confindustria, ancora oggi viviamo un emergenza socio economica per la nostra costa TOSCANA, ecco il mio intervento:

2 months ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

BUONE NOTIZIE!

Durante il consiglio comunale di ieri, 1 Ottobre, sono state approvate due nostre mozioni.

La prima prevede che chi beneficia di contributi in denaro erogati dal Comune, abbia ... See more

2 months ago

SECONDA PARTE DEL CONSIGLIO COMUNALE!

2 months ago

NON MANCARE!

Questa sera ti aspettiamo all'assemblea pubblica aperta a tutti i cittadini, dalle ore 21:00.

Segna la tua partecipazione al link ... See more

2 months ago

CONSIGLIO COMUNALE IN DIRETTA!

2 months ago

ASSEMBLEE PUBBLICHE DI OTTOBRE:

Lunedi 1/10 - Sala di quartiere del Perticale
Giovedi 11/10 - Sala di quartiere del Perticale
Lunedi 2210 - Sala di quartiere di Populonia
Lunedi 29/10 - Sala di ... See more

2 months ago

Con la Manovra del Popolo stiamo mantenendo le promesse fatte! Ieri dicevano che era impossibile. Oggi dicono che non si doveva fare. Domani rimarranno in silenzio.

2 months ago

+++ CONSIGLIO COMUNALE +++

Ecco le proposte che il Movimento 5 Stelle Piombino porterà nel prossimo Consiglio Comunale lunedì 01 ottobre 2018.

Condividi con gli amici!

2 months ago
MoVimento 5 Stelle

LA NORMA SUI SEGGIOLINI ANTI-ABBANDONO È LEGGE!

- In Italia 1 genitore su 4 ammette di aver dimenticato il figlio in auto
- Nel 2018 in tutto il mondo hanno perso la vita già 45 bambini ... See more

2 months ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Il Movimento 5 Stelle Piombino intende organizzare, per la giornata del 21 Ottobre prossimo, un pullman in occasione dell'evento Italia 5 stelle 2018, che si svolgerà a Roma a partire dal giorno ... See more

2 months ago

INUTILE ARRAMPICARSI SUGLI SPECCHI.

Leggendo il comunicato di risposta del PD alla grande mobilitazione cittadina contro il progetto Rimateria, si evidenziano chiaramente alcune importanti ... See more

2 months ago

Come Movimento 5 Stelle Piombino ci auguriamo che la notte che sta per arrivare porti consiglio ai sindaci del Comune di Piombino, Campiglia, Suvereto e San Vincenzo, che domani trovino il coraggio ... See more

2 months ago

DOMANI SERA.

Ti aspettiamo a Riotorto!

2 months ago

🏷 22.09.2018

Questa mattina si è svolta la manifestazione, programmata dal Comitato Salute Pubblica di Piombino, contro l'ampliamento della discarica di Ischia di Crociano.
La partecipazione è ... See more

2 months ago

In diretta dalla manifestazione contro l'ampliamento della discarica di Ischia di Crociano

2 months ago

Sabato 22 settembre, alle ore 10.00, in piazza Cappelletti, si terrà una manifestazione organizzata dal comitato salute pubblica contro l'ampliamento della discarica di Ischia di Crociano.
Il M5S ... See more

2 months ago

Abbiamo raccolto tutte le delibere e le determine approvate dall'Amministrazione relativamente alla candidatura di Piombino 2020 sia per la realizzazione di eventi, sia per campagna pubblicitaria. ... See more

2 months ago

BOMBOLE DEL GAS: SI PUÒ FARE DI PIÙ (SENZA ESSERE EROI).

Apprendiamo con soddisfazione che l'Amministrazione Comunale ha dato un seguito all'approvazione della nostra mozione sull'abbandono ... See more

3 months ago

Il M5S Piombino si ritrova nella consueta Assemblea Pubblica aperta a tutti i cittadini.
Vieni a trovarci Lunedì 17 Settembre, alle ore 21:00, alla sala del Perticale!

Segna la tua partecipazione ... See more

3 months ago

Manette: un “bignami” per capire il PD.

Desideriamo ripercorrere la storia di una nostra mozione, risalente a quasi 3 anni fa, quando chiedemmo al consiglio comunale di approvare la nostra ... See more

3 months ago

Ricordiamo a tutti che questa sera ci sarà la consueta assemblea pubblica settimanale.
Ore 21.00, sala del Perticale.
Vi aspettiamo!

3 months ago

3 months ago
La lente dei 5 Stelle sul porto di Piombino

ADDIO ALLA TRATTA MOBY PER LA SARDEGNA
E’ notizia di questi giorni il saluto che Moby (nella linea commerciale Piombino- Sardegna) ha dato alla nostra città, lasciando sul campo un altro vuoto in ... See more

PIOMBINO: Dopo lo stop della tratta commerciale per la Sardegna e i numeri diffusi dall'Autorità portuale, i pentastellati vogliono approfondire la situazione

3 months ago

Questa mattina il Consiglio Comunale di Piombino ha RESPINTO, con il voto contrario del PD, l'ordine del giorno che proponeva di indire un referendum consultivo sul progetto RiMateria.

3 months ago
Sul progetto RiMateria si pronunci la popolazione - Stile libero

Sul progetto RiMateria si pronunci la popolazione: comunicato congiunto di tutte le forze di opposizione in consiglio comunale.

PIOMBINO 29 agosto 2018 - Il PD fino ad oggi ha gestito RiMateria dettando gli indirizzi di una scellerata politica dei rifiuti. Non sono condivisibili due scelte politiche assunte. Da un lato, la ... See more

3 months ago

Ricordiamo a tutti gli interessati che questa sera ci sarà l'assemblea pubblica presso la sala del quartiere di Riotorto (via delle scuole 11/e) alle ore 21.00.
Vi aspettiamo!

4 months ago

Ieri era toccato allo striscione del Coordinamento Art.1, oggi alla bandiera dell'USB. Possiamo solo augurarci che questa volta, la rimozione della bandiera, sia da considerare come l'avventato atto ... See more

4 months ago

4 months ago
Movimento 5 Stelle Piombino

Da questa sera la riunione settimanale del Movimento 5 Stelle Piombino si terrà presso la sala di quartiere a Salivoli.
⭐⭐⭐⭐⭐

ECCO TUTTE LE ASSEMBLEE DEL MESE DI LUGLIO!

Condividi con gli amici e vieni a trovarci!

4 months ago

ANTICIPO PER UNA POLIZZA GIA' PAGATA?

Apprendiamo da un articolo comparso su Stile Libero il 20/07/2018 che: ”Caramassi non ha avuto, al riguardo, remore ad ammettere che venerdì 13 luglio scorso ... See more

4 months ago
MoVimento 5 Stelle

ADESSO SI COMINCIA DAVVERO!
Sono passati quasi due anni e le comunità colpite dal sisma del centro Italia non possono più aspettare. Per questo abbiamo approvato quello che si può definire ... See more

4 months ago
Rifiuti, sviluppo, infrastrutture. Le idee dei Cinque Stelle per Piombino

Il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in consiglio regionale Giacomo Giannarelli ha visitato la discarica Rimateria di Ischia di Crociano. No a un ampliamento superiore alle 400mila tonnellate, ... See more

4 months ago
Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Nel pomeriggio abbiamo visitato insieme a Giacomo Giannarelli i cantieri del porto.

4 months ago
Sopralluogo in discarica, la virata 5 Stelle VIDEO

PIOMBINO: Sopralluogo in discarica del consigliere regionale Giannarelli e dei 5 Stelle locali. Promessa di tornare, l'intento è un cambio di rotta

4 months ago

In diretta con il comitato dei cittadini di Colmata

Archivi del mese: novembre 2015

NON NEL NOSTRO PORTO: ecco quello che chiederemo in Consiglio Comunale

image

 

 

Nei giorni scorsi, come annunciato, abbiamo inviato agli uffici comunali ed a tutti i gruppi consiliari la nostra mozione, per chiedere approfondimenti sui traffici di produzioni belliche nel Porto di Piombino. In seguito al nostro comunicato in cui approfondivamo la denuncia della stampa in merito a tali traffici, abbiamo riscontrato con favore che larga parte della cittadinanza è sensibile alla problematica in questione. Con il nostro documento chiediamo all’amministrazione: di attivarsi con tutti i mezzi a propria disposizione ed in ogni sede in cui il comune di Piombino è rappresentato, per impedire che aziende italiane forniscano armamenti ad altri stati; di verificare, in collaborazione con Port Authority e Ministero della Difesa, se vi siano i presupposti di legge affinchè le bombe Mk83 prodotte dalla RWN Italia possano essere commercializzate verso l’Arabia Saudita e nel caso in cui tali presupposti non sussistano, di attivarsi per ottenere la sospensione di tale traffico; di verificare se questo tipo di traffico renda il porto di Piombino un obiettivo sensibile per attacchi terroristici. Riteniamo che il tema sia estremamente serio e meritevole di una condivisione più ampia possibile. E’ ormai ben chiaro a tutti che l’occidente sta pagando a caro prezzo l’aver armato e finanziato, per tornaconto politico, fazioni belligeranti in tutto il medio oriente, ma ciecamente il nostro governo permette alle nostre aziende produttrici di armamenti di fare profitto, alimentando questi scenari bellici. Ora abbiamo la possibilità di fare qualcosa di concreto, oltre alle doverose,ma fini a se stesse se non abbinate ai fatti, manifestazioni di solidarietà e di condanna. Ognuno deve fare la sua parte ed il comune di Piombino, medaglia d’oro al valore militare per la resistenza al nazifascismo, non puo’ permettere che delle guerre siano portate avanti con materiale bellico ( a quanto pare vietato dall’ONU ) prodotto da aziende italiane, attraverso il proprio porto. Invitiamo tutti i cittadini a recarsi LUNEDÌ 30 NOVEMBRE presso la sala consiliare del Comune, per sostenere il NO al traffico di ordigni bellici dal nostro porto.

SANITÀ : fatta la legge insieme all’inganno

image

 

 

In risposta alla politica di definanziamento del Governo Renzi, che ha tagliato ulteriori 2 miliardi e più al Sistema Sanitario, il Consiglio Regionale toscano, ha approvato in fretta e furia nel marzo 2015, in nome della razionalizzazione delle risorse, la ormai famosa Legge 28. Fulcro primario di questo riordino é la fusione delle Asl toscane in tre sole mega aziende, operando quindi una centralizzazione del potere, ai danni degli ospedali più piccoli dove, in nome di accorpamenti necessari al mantenimento di standard quantitativi e qualitativi di sicurezza, si smantellano in realtà servizi assistenziali di base, diritto inderogabile di ogni cittadino italiano.
Il dissenso scaturito da questa proposta, fatta di tagli lineari e chiaro indirizzo verso la privatizzazione dei servizi, ha riunito ben presto in un’unica base di opposizione, partiti, sindacati, associazioni di cittadini, lo stesso M5s, creando un comitato promotore del Referendum abrogativo della legge, che in soli 45 giorni, tra le mille difficoltà create dalla stessa Regione, ha raccolto ben 55000 firme utili perché nel 2016 la popolazione toscana potesse esprimersi a favore o meno di questa riorganizzazione sanitaria.
L’ampia base di opposizione e lo stesso ottimo risultato della raccolta firme indicavano senza dubbio l’effettivo rischio per il Consiglio Regionale che il referendum vedesse la vittoria dei Si, dei favorevoli all’abrogazione Legge 28.
Con un atto di palese disonestà intellettuale e morale, pertanto, la Regione Toscana e il suo Governatore Rossi, hanno pochi giorni fa emanato una nuova proposta di legge, che cambia il numero alla 28 ma non ne modifica sostanzialmente il contenuto, introducendo però l’art. 131 che ABROGA LA LEGGE 28, annullando di fatto gli sforzi fatti per la raccolta firme e lo stesso referendum.
Convinti ancora di più che un simile comportamento, avvilente dei più basilari principi della democrazia, che impedisce alla cittadinanza di pronunciarsi nel merito di un argomento che lede i suoi diritti più inalienabili, sia non solo da condannare, ma da combattere con tutti i mezzi possibili, invitiamo la cittadinanza piombinese a partecipare all’evento pubblico che si svolgerà in Piazza Cappelletti sabato 28 novembre, alle ore 16, dove sarà presente il Consigliere regionale del M5s Andrea Quartini, che spiegherà nei dettagli tutta la questione e soprattutto le nuove strategie da intraprendere in futuro per contrastare l’approvazione di questa riforma, che di sanitario forse..ha davvero più poco. Invitiamo altresì i cittadini piombinesi a partecipare alla grande mobilitazione che si terrá a Firenze venerdì 27 novembre, con ritrovo alle ore 10 30 in via Cavour 4 e alle 11 presso il Palazzo del Consiglio Regionale, Sala degli Affreschi.

 

Il Dio denaro

image image

È notizia di oggi l’arrivo nel Porto di Piombino di un carico di esplosivi destinati all’Arabia Saudita. Nulla di sorprendente, oseremmo dire, siamo ormai abituati ad una politica che, col naso turato a tutti i livelli, si dimostra cieca e ipocrita di fronte al Dio denaro. Ancor meno dovremmo sorprenderci se guardiamo un po più in là del nostro naso. Frequenti e alla luce del sole, infatti, sono le visite in Medio Oriente dei vari premier alternatisi al governo nazionale negli ultimi anni, Renzi compreso, che proprio poche settimane fa ha usato la cortesia di recarsi personalmente negli Emirati Arabi per consolidare i patti commerciali fra gli stati, composti in larga parte dall’esportazione da parte della florida industria bellica italiana verso i Paesi del Nord Africa, in cambio di soldi a palate e petrolio a buon mercato. E poco importa se in quei Paesi vige la Shaaria (la legge islamica, che viola i diritti umani), poco importa se non sono ancora chiari i legami di quei governi con esponenti del Terrorismo Internazionale. E così, turandosi il naso, o forse respirando a pieni polmoni l’odore dei soldi facili, fregandosene del destino della “merce” che andiamo ad esportare, creano lavoro. E denaro. Ma l’Italia ripudia la guerra, c’è scritto nella Costituzione, e siamo vicini al popolo francese. Più vicini di quanto pensiamo. Siamo li, perché è l’industria bellica che fornisce gli strumenti di morte al terrorismo, e quella italiana è fra le più attive e in salute dell’occidente. Forse è questo che intendevano i politici locali quando, dopo i fatti di Parigi, si sono affrettati a lavarsi la coscienza manifestando, con tanto di bandiere e frasi di circostanza , la vicinanza al popolo francese. Ma non una parola di condanna alla politica nazionale, complice e parte attiva e integrante del subdolo meccanismo di guerra e pacificazione che miete vittime e alimenta terrore da decenni per i popoli. Coerenza, questo chiede il movimento 5 stelle a tutti i livelli nazionali, già da mesi con i propri parlamentari, e coerenza chiederemo anche alla politica locale. Nel prossimo consiglio comunale chiederemo quindi spiegazioni al Sindaco in persona del contributo che anche Piombino, con i nostri soldi e la nostra paura, dá alla situazione di tensione internazionale. Faremo pressione e chiederemo pressione ai livelli superiori dello Stato, pretendendo una condanna unanime, forte e razionale alla politica internazionale, insistendo dove possibile perché il Porto di Piombino, la Città di Piombino, i cittadini di Piombino non prendano mai più parte indirettamente ad alcuna operazione bellica, italiana o straniera che sia, perché di questo si tratterebbe.

 

MoVimento 5 Stelle Piombino 

 

image

 

 

SICUREZZA: VIGILI SENZA MANETTE

image

 

I nostri Vigili Urbani sono forniti di una pistola, ma non delle manette. In un momento come questo, in cui sono aumentati i furti nelle abitazioni, i nostri Vigili non sono forniti dei dovuti strumenti per esercitare le loro funzioni, non solo per la sicurezza dei cittadini, ma anche per l’incolumità dei Vigili Urbani stessi. Durante il Consiglio Comunale di ieri abbiamo proposto di dotare i Vigili Urbani, che operano sul nostro territorio, di manette. Ci stupiamo che fino ad oggi non ne siano stati forniti al contrario invece dei Vigili Urbani dei Comuni limitrofi. A seguito della nostra proposta il PD ci ha chiesto di ritirare la mozione, in quanto pur essendo d’accordo sul concetto, non avrebbero avuto il tempo necessario per confrontarsi tra loro e con l’Assessore di riferimento. Avremmo potuto ritirare la mozione per ripresentarla nel prossimo Consiglio Comunale con la speranza che la maggioranza del PD votasse favorevole alla nostra proposta. Ma possiamo fidarci di un PD che su nostra richiesta promette di discutere in Commissione la costituzione di una Commissione di Controllo e Garanzia, a tutela del lavoro delle minoranze, e che dopo 7 mesi, non solo non convoca tale Commissione, ma boccia definitivamente la nostra richiesta? Possiamo fidarci di un PD che modifica il regolamento sui Consigli di Quartiere, facendo passare tutto questo per interpretazione autentica, e che dopo nostro ricorso, nonostante una sentenza del TAR a nostro favore, decide di votare contro la ratifica dei Consiglieri di Quartiere perchè il PD ne è rimasto escluso? Possiamo fidarci di un PD che pur di non votare una nostra mozione su un’area sgambamento cani ne presenta una sua pressochè identica con il solo intento di mettere il cappello politico su una nostra iniziativa? Ed infine, possiamo fidarci di un PD che boccia la nostra richiesta di destinare i nostri gettoni di presenza, che rifiutiamo regolarmente, alle scuole elementari con l’obiettivo di oscurare una bella azione del Movimento 5 Stelle Piombino? Scusate, ma di questo PD non ci fidiamo e allora andiamo avanti per la nostra strada. E’ oggettivo che i nostri Vigili non dispongono delle manette ed è oggettivo che il PD ha votato contro la nostra proposta di fornirli di tali strumenti. A questo punto che il PD si prenda le sue responsabilità e ne discuta di fronte ai propri cittadini ed elettori.

 

 

IL PESO DELLA TRASPARENZA

image

 

 

Ormai avremmo dovuto imparare a non sorprenderci più, ma ad ogni Consiglio Comunale il PD trova sempre il modo di “meravigliarci”. Dopo aver immotivatamente bocciato l’istituzione della commissione Controllo e Garanzia, avremmo dovuto capire che questa maggioranza e questa amministrazione sono totalmente refrattari a qualsiasi forma di controllo e trasparenza, ma mai avremmo creduto si potesse arrivare al livello di sfacciataggine dimostrata durante l’ultimo Consiglio Comunale. Nel giro di pochi mesi ci siamo trovati a discutere in Consiglio due debiti fuori bilancio per sentenze esecutive, che hanno comportato una uscita imprevista per le casse del comune e che si vanno a sommare pesantemente alle già ben note difficoltà di bilancio. Tali sentenze riguardano maggior valori di esproprio riconosciuti a privati cittadini per atti amministrativi ormai lontani nel tempo. Viene spontaneo chiedersi quanti siano i procedimenti giudiziari nei quali è coinvolto il comune di Piombino e se nei prossimi mesi ci troveremo a dover far fronte ad uscite impreviste. Uscite che risulterebbero quanto mai gravose in questo periodo di grave crisi economica e sociale , visto anche le oggettive difficoltà dell’ente nel reperire fonti di finanziamento. Già la richiesta di un quadro conoscitivo era stata avanzata dalla seconda commissione per poi essere riproposta più volte dal Movimento 5 Stelle nei dibattiti consiliari. Ovviamente la richiesta è rimasta disattesa e questo ci ha portato a proporre al Consiglio Comunale un ODG con il quale impegnavamo l’amministrazione a produrre, una tantum, un elenco di tutti i procedimenti giudiziari in cui è coinvolto il comune. Nelle nostre intenzioni sarebbe stato uno strumento utile non solo per il Consiglio Comunale, ma anche per la stessa amministrazione che avrebbe potuto prevedere con maggior precisione il presentarsi di debiti fuori bilancio. Ovviamente l’ODG è stato bocciato con il solo voto contrario del PD ( anche Sinistra per Piombino ha votato a favore ). Sono assolutamente paradossali le motivazioni che hanno portato al voto contrario. Il PD ha motivato la scelta con la presunta sensibilità dei dati in discussione. Niente di più falso. Un eventuale elenco dei procedimenti sarebbe rimasto ad uso dei consiglieri che ne sarebbero stati singolarmente responsabili e non ci sarebbe stata un’ ulteriore discussione in Consiglio Comunale. Nel prosieguo della discussione il nostro ODG è stato dipinto come antisindacale in quanto si chiedeva di riportare anche le delibere e le determine dirigenziali che avevano determinato la causa e che contengono nome e firma di un dirigente. Altra assurdità, ricordiamo ai consiglieri del PD che qualsiasi atto amministrativo è pubblico e può essere consultato da ogni cittadino. In fine troviamo inconcepibile l’affermazione del segretario generale secondo la quale l’amministrazione non è in nessun modo tenuta a produrre tale elenco. Ricordiamo al segretario generale che l’amministrazione è obbligata a rispondere a qualsiasi richiesta del Consiglio salvo che non sia contraria alla legge e risulta ancora più grave il fatto che sia proprio il segretario generale, che è il controllore legale del comune, ad affermare il contrario. A questo punto è chiaro che questa maggioranza proprio non vuol sentire parlare di trasparenza. Noi possiamo solo chiederci perché.

 

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

 

AFERPI:NON C’È PIÙ TEMPO DA PERDERE

image

 

 

PIOMBINO 15 novembre 2015 – Ormai la vicenda Aferpi è arrivata al punto di non ritorno. L’unica cosa che non può più essere accettata è aspettare fiduciosi il corso degli eventi. Ora occorre pretendere delle sicurezze partendo da un’analisi il più obiettiva possibile della situazione attuale. AFERPI non è né un demone da scacciare, né un’ associazione filantropica, ma un’ impresa che ha legittimamente acquistato quella che fino ad oggi è stata la principale fonte di occupazione sul nostro territorio. Come ogni azienda, Aferpi valuta il proprio investimento in base alla capacità di produrre profitto ed al tempo di rientro dell’investimento stesso. Ad oggi l’unico investimento fatto risultano essere i 5 milioni di euro circa  per l’acquisto dei rami di azienda, investimento dal quale si può rientrare semplicemente vendendo parte degli impianti ancora funzionanti e non più necessari al nuovo assetto produttivo. Logico pensare che l’azienda non abbia nessuna fretta di concretizzare il piano industriale, ma che trovi più conveniente attendere gli sviluppi, anche in terra algerina, prima di avviare gli investimenti. Dall’altra parte invece c’è un territorio che di aspettare non se lo può più permettere e che sta per essere schiacciato dalla crisi economica e sociale. Troviamo giusto in questa fase non dispensare certezze , ma porci delle domande e cercare una soluzione. Le prime domande alle quali vorremmo dare una risposta sono queste: Sarà in grado Aferpi di realizzare gli impegni presi al MISE nei tempi previsti? Il settore siderurgico, che è la prima fonte occupazionale, è prioritario rispetto a logistica ed agroalimentare? Qualora Aferpi non fosse in grado di portare a termine gli impegni presi, la nostra città sarà in grado di costruirsi sviluppi alternativi? Ad ora l’unica leva contrattuale rimasta nelle mani della politica sono le concessioni portuali che AferpiI (che per ora resta l’unico interlocutore) chiede per 50 anni. A nostro parere concedere gli spazi per un periodo così lungo senza garanzie concrete rappresenta un vero e proprio suicidio amministrativo. Chiediamo dunque di limitare la concessione iniziale ad un periodo non superiore a 5 anni, al termine dei quali verrà fatta una valutazione serena dello stato di attuazione del piano industriale, delle prospettive occupazionali e del rispetto dei parametri ambientali per eventuali nuove attività, come la produzione di biodiesel. Chiediamo per tutti i dipendenti Aferpi e Lucchini l’immediata liquidazione del TFR e di tutti i crediti inseriti nello stato passivo Lucchini. Chiediamo al governo di considerare come prioritario il reperimento dei fondi per il prolungamento della 398 fino a Poggio Batteria. Alla luce di quanto premesso il Movimento 5 Stelle Piombino aderirà alla manifestazione del 16/11/2015 in concomitanza con il Consiglio di fabbrica per portare all’attenzione di tutte le istituzioni e dei cittadini presenti le proprie istanze. Invitiamo la cittadinanza a partecipare.

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

PROGETTO ENEL: QUELLO CHE PASSA IL CONVENTO

image

 

Ancora una volta questa amministrazione si dimostra incapace di prendere decisioni di lungo periodo, di avere la visione dello sviluppo della nostra città. A riprova di questa affermazione è balzato agli onori della cronaca l’ennesimo specchietto per le allodole: il centro commerciale che dovrebbe sorgere al posto della centrale Enel di Tor del Sale. A quanto pare Enel sta avviando la dismissione di centrali in tutto il territorio nazionale e Piombino sarebbe stata scelta come esperienza pilota per iniziare questo percorso, sempre a quanto pare il progetto presentato da Enel (che nessuno ha ancora visto ufficialmente) prevede la parziale rinaturalizzazione dell’area e la costruzione di un centro commerciale per grandi firme. Premesso che di fronte alla decisione presa da Enel di dismettere la centrale deve essere preso in considerazione un percorso per il recupero dell’area, è altrettanto vero che qualunque sarà il destino di quel sito dovrà essere compatibile con l’idea di sviluppo della città e soprattutto concertato con i cittadini. Il tessuto commerciale della nostra città è già stato messo pesantemente in crisi dal generale disagio del territorio, quindi il primo obiettivo dell’amministrazione dovrebbe essere quello di attirare le frequentazioni verso il centro cittadino. I grandi centri commerciali hanno di fatto l’effetto opposto e rischierebbero di dare il colpo di grazia definitivo al commercio piombinese. A questo si aggiungono oggettivi problemi logistici come l’inadeguatezza della strada provinciale della base Geodetica. Strada che è tornata a far parlare di sé per l’alto tasso incidentale rilevato nell’ultimo anno e che, specialmente nei mesi estivi, mal digerirebbe un incremento dei volumi di traffico. Ecco cosa si dovrebbe fare adesso: aprire un tavolo di discussione urgente fra rappresentanti dei cittadini e vertici Enel (magari iniziando da un consiglio Comunale Aperto) per indirizzare la riconversione dell’area verso un progetto che sia funzionale alla vocazione del territorio e che non interferisca con altri settori. La strada non è facile da percorrere, ma accettare un centro commerciale senza neanche provare a far valere la facoltà di indirizzo della politica ci pare inspiegabile se non attraverso la volontà di dare immediate ed illusorie risposte al deficit occupazionale di Piombino. Per Enel vale il principio che vale per qualsiasi altra azienda (ricordiamo che il maggiore azionista di Enel è il Ministero dell’ Economia e delle Finanze con il 25,5%), ovvero che chi opera su questo territorio lo deve fare seguendo la volontà e l’indirizzo che il territorio stesso si è dato e sicuramente lo dovrà fare nel pieno rispetto delle istanze della cittadinanza.

 

 

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

NON PRENDIAMO LEZIONI DI MORALITA’

Troviamo doveroso denunciare l’atteggiamento di estrema arroganza dimostrato nelle ultime ore dai vertici del PD locale: il segretario dell’ Unione Comunale Ettore Rosalba ed il segretario della Federazione Val di Cornia Elba Valerio Fabiani. Il primo ha dichiarato alla stampa: “E’ indispensabile difendere il sindaco e l’amministrazione da istanze qualche volta POCO LIMPIDE provenienti, anche in consiglio comunale, dalle forze di opposizione”. A Rosalba ci sentiamo di ribattere che l’unica cosa poco limpida in questa vicenda è la sua affermazione. Quando si accusano altre forze politiche di avere nella loro azione politica chissà quale dietrologia come motivazione trainante, sarebbe bene circostanziare tale accusa con fatti concreti e riferimenti chiari. Troppo comodo lanciare accuse sibilline in modo da non dare la possibilità di confronto su temi politici specifici; da chi occupa ruoli apicali all’interno di un partito ci aspetteremmo il coraggio di argomentare con chiarezza le accuse, senza timore di confronto e replica. Successivamente i due hanno prodotto una nota congiunta e pubblicata sulla pagina Facebook del PD Val di Cornia nella quale accusano il consigliere Francesco Ferrari e definiscono “Inqualificabile” l’atto con il quale Ferrari ha presentato un esposto in Procura per presunto conflitto di interesse del Sindaco Giuliani. Anche qui l’unica cosa di inqualificabile è l’arroganza con la quale il PD si ritiene ingiudicabile in nome della maggioranza ottenuta. Ricordiamo ai signori del PD che ad un esposto alla magistratura non corrisponde l’apertura di un procedimento. Sarà la magistratura a stabilire se ci sarà luogo a procedere, o forse aveva ragione Berlusconi quando affermava che in Italia si fa politica nelle procure? Noi crediamo di no ed ai tempi lo credeva anche il PD, evidentemente qualcosa è cambiato. Alla luce di quanto premesso ci sentiamo di esprimere solidarietà al consigliere Francesco Ferrari per l’immotivato attacco ricevuto. Chi si rivolge alla magistratura lo fa per chiedere il rispetto delle regole e non ha il potere di giudicare, ma evidentemente per il PD amministrare vuol dire essere immuni da controllo come dimostra la facilità con la quale hanno bocciato l’istituzione della commissione Controllo e Garanzia o con la quale hanno modificato retroattivamente il regolamento sui Consigli di Quartiere costringendoci a ricorrere al TAR ( tutti sanno com’è andata a finire la vicenda). Invitiamo invece i vertici del PD a seguire l’esempio di Ferrari, se ritengono che ci sia qualcosa di poco limpido nelle istanze delle minoranze facciano un esposto alla magistratura anche loro. Infine resta la questione politica, ovvero se sia opportuno che la moglie del sindaco possa essere beneficiaria di un provvedimento della giunta. Di questo si può e si deve dibattere senza timore di incappare in un altro reato: la lesa maestà.

 

image

Chi è Online
There are currently 1 user and 0 guests online.
Online users
LikeBox
Facebook By Weblizar Powered By Weblizar