Privatizzazione della discarica: i grandi risultati dei "capaci".

La sciagurata volontà di privatizzare Rimateria e di consentire la costruzione di una nuova enorme discarica continua a riservarci ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino comunica che lunedì 18 Febbraio, ci sarà una visita presso Rimateria della Commissione Regionale Rifiuti di cui farà parte anche il consigliere regionale del ... See more

Piombino 2020: una candidatura che è costata molto ma che non porterà soldi da investire nelle strutture sportive piombinesi.

Abbiamo ricevuto risposta dal Sindaco Massimo Giuliani alla nostra ... See more

FONTANELLE DELL'ACQUA: UN BELL’ANNIVERSARIO

Ad un anno dall'installazione delle fontanelle dell'acqua in Via Salgari e a Riotorto:
1'376'150 litri di acqua erogata equivalenti a circa 917'433 ... See more

Movimento 5 Stelle Piombino

Il Movimento 5 Stelle Piombino, con i suoi consiglieri e attivisti, è sempre stato in prima linea nella lotta contro la creazione di un Polo dei rifiuti nel nostro Comune con una posizione chiara ... See more

Questa mattina in Consiglio Comunale è stata approvata la delibera per Wecologistic.

Voti favorevoli: PD e Spirito Libero.

Voti contrari: M5S, Un'altra Piombino, Ferrari Sindaco Forza Italia, ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino, con i suoi consiglieri e attivisti, è sempre stato in prima linea nella lotta contro la creazione di un Polo dei rifiuti nel nostro Comune con una posizione chiara ... See more

Movimento 5 Stelle Piombino

Il Movimento 5 Stelle Piombino condanna per l'ennesima volta la linea di condotta tenuta dall'amministrazione del Comune di Piombino dall'inizio della procedura che ha portato alla ratifica della ... See more

Resta aggiornato!

Il Movimento 5 Stelle Piombino condanna per l'ennesima volta la linea di condotta tenuta dall'amministrazione del Comune di Piombino dall'inizio della procedura che ha portato alla ratifica della ... See more

ACQUA:
RISPARMI PER I NUCLEI FAMILIARI NUMEROSI.

Asa è finalmente tenuta ad applicare il piano tariffario che il Movimento 5 Stelle Piombino in collaborazione col forum dei movimenti per l'acqua, ... See more

Movimento 5 Stelle Piombino

QUALE FUTURO VOGLIAMO PER PIOMBINO?
Le forze politiche che concorreranno alla prossima tornata elettorale comunale che tipo di programmazione territoriale propongono?
In questo contesto come si ... See more

QUALE FUTURO VOGLIAMO PER PIOMBINO?
Le forze politiche che concorreranno alla prossima tornata elettorale comunale che tipo di programmazione territoriale propongono?
In questo contesto come si ... See more

Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Mercoledì 23 gennaio alle ore 15 :30 è convocata la IV Commissione Consiliare il cui ordine del giorno riguarda due argomenti molto importanti per il nostro territorio. Ricordando che le ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino vuole comunicare pubblicamente il proprio NO al progetto Creo.

Piombino versa in una situazione davvero critica sotto il profilo ambientale: una discarica esaurita che ... See more

CI RISIAMO!

Emerge dal consiglio comunale di Venerdì 11/01 l'ennesima grave offesa ai cittadini, in questo specifico caso a quelli che si sono impegnati e autotassati per raccogliere le firme per ... See more

Non mancare!
Nell'Assemblea di Lunedi 14 parleremo del tema rifiuti, raccolta porta a porta, tariffa puntuale ecc..
Con la presenza di Andrea Romano, profondo conoscitore del tema e delle ... See more

Venerdì 11 Gennaio, alle ore 8:30, verrà convocato il Consiglio Comunale.

Queste sono le nostre proposte!

Ricordiamo che il Consiglio Comunale è pubblico e che possono entrare nell'aula ... See more

Ti aspettiamo stasera!

L'annuncio alla cittadinanza della volontà del sindaco Giuliani di dare vita a un gruppo di lavoro sullo stato della discarica è, per il Movimento 5 stelle Piombino, una presa di posizione iniqua, ... See more

🕘🕘🕘

Non perderti le nostre riunioni di Gennaio!

Luigi Di Maio

Manovra del popolo: FATTO! 😀

È la prima legge di bilancio scritta con il cuore e pensando agli italiani. Abbiamo ancora tanto da fare, ma la strada è quella giusta.
Voglio dire grazie a tutti. ... See more

Abbiamo appreso in questi giorni dalla stampa locale dell'abbandono di diversi membri della Segreteria dell'Unione Comunale PD, tutti facenti capo alla cosiddetta corrente " anselmiana " del partito. ... See more

Domani sera, ti aspettiamo!

Il Movimento 5 Stelle Piombino augura buone feste a tutti i Cittadini!

Approfittiamo per fare adesso gli auguri di Natale al PD, dato che alla ripresa pomeridiana il numero legale è caduto, con il conseguente scioglimento dei lavori.

Durante la seduta mattutina sono ... See more

Stasera nella nostra assemblea parleremo del prossimo consiglio comunale.
Partecipa anche tu!

Foto dal post di Movimento 5 Stelle Piombino

Cena di Natale del MoVimento 5 Stelle Piombino! 🎅⭐⭐⭐⭐⭐

DOPO LA NOSTRA VISITA ALLA SCUOLA ECCO LA NOVITÀ : 📌 Ci eravamo presi l'impegno di far chiarezza sulle problematiche del giardino della ... See more

LE IDEE, QUELLE GIUSTE.

Quando un'idea è giusta, mette comunque le radici. Il Movimento 5 Stelle Piombino presentò a Giugno 2017 la mozione sulla riqualificazione dell'acquedotto Cornia ... See more

+++Abbiamo chiesto alla Regione Toscana se sia legittimo che Rimateria faccia una discarica in area SIN.
Risposta della Regione: lo chiediamo a Rimateria!+++

Purtroppo ci troviamo a registrare un ... See more

Il Movimento 5 Stelle Piombino è alla ricerca di un fondo per aprire la propria sede ed essere così più raggiungibile dai propri elettori e da chi vorrà conoscerci. Aiutaci a rendere il Movimento ... See more

TI UNISCI A NOI?

Non mancare alla nostra cena di Natale, aperta a tutti i cittadini!
Se vuoi partecipare anche tu, commenta questo post oppure manda un SMS al 370 35 06 381.

Ti aspettiamo!

COMMERCIO, ARTIGIANATO, TURISMO, PMI.

Le recenti dimissioni dell'Assessore di riferimento, lasciano un pericoloso vuoto in vista della prossima stagione 2019, ormai alle porte.
Il Movimento 5 Stelle ... See more

Sergio Costa

A.A.A. Massimi esperti cercansi!
Ingegneri,avvocati, medici, esperti ambientali ed economisti con un comune denominatore: l'ambiente.
Stiamo cercando i migliori profili italiani per formare la ... See more

A.A.A. Massimi esperti cercansi!

Ingegneri,avvocati, medici, esperti ambientali ed economisti con un comune denominatore: l'ambiente.

Stiamo cercando i migliori profili italiani per formare la ... See more

Ricordiamo ai cittadini piombinesi che oggi 30 novembre è la scadenza per potersi iscrivere nelle liste degli SCRUTATORI.

Gli scrutatori saranno scelti dall'apposita commissione elettorare, formata ... See more

Il partito democratico isolato nella #votazione.

Comune di Piombino - Consiglio Comunale online

+++ CONSIGLIO COMUNALE +++

Segui la diretta al link qui sotto:
http://www.comune.piombino.li.it/pagina1803_consiglio-comunale-online.html

Portale Istituzionale del Comune di Piombino

EROSIONE COSTIERA: a Piombino al parco della sterpaia per un sopralluogo a seguito degli eventi calamitosi di fine ottobre. Vi raccontiamo delle esigenze dell ambiente e dei balneari, sentite qua: ... See more

+++CONSIGLIO COMUNALE+++

Si svolgerà giovedì 29 Novembre.
Ecco le nostre proposte!

Eccoci all’epilogo di un risultato annunciato:
la Regione Toscana ha giudicato non valida la garanzia della società Finworld per la polizza fideiussoria pagata da RiMateria.

Ripercorriamo ... See more

➡️Grazie alla sollecitazione del Movimento 5 Stelle Piombino, è stato ottenuto che il contratto di acquisizione delle quote di RiMateria da parte di Unirecuperi s.r.l. sia consultabile da tutti ... See more

Martedì 13 novembre i rappresentanti del Movimento 5 Stelle Piombino si sono incontrati con il Vice Capo di Gabinetto al Mise Ing. Giorgio Sorial per fare il punto della situazione sulla vicenda ... See more

ARRENDERSI MAI

Stamattina le commissioni referendaria si sono riunite per la terza volta. Mentre la commissione giudicante il quesito sulla vendita delle quote si aggiornerà mercoledì p.v., la ... See more

Archivi del mese: Ottobre 2013

Scrutatori: privilegiamo i disoccupati e le fasce più deboli

Il MoVimento 5 Stelle Piombino ha inoltrato al Sindaco Gianni Anselmi e all’ufficio elettorale del Comune di Piombino, una proposta relativa ai criteri utilizzati nella nomina degli scrutatori per le prossime elezioni Amministrative ed Europee che si terranno nel mese di Maggio 2014.

Nella lettera viene richiesto che, data l’ampia discrezionalità della norma di riferimento, venga data la precedenza per tale scelta a quei cittadini all’interno dell’albo degli scrutatori che si trovano in una condizione di disoccupazione o appartenenti alle fasce più deboli.

Alleghiamo il documento integrale:

Toscana: tutto ok!

Un’altra fetta di industria italiana sta per essere dismessa.

La Lucchini S.p.a di Piombino è il secondo polo siderurgico nazionale nonché l’unica produttrice italiana di rotaie ferroviarie.
Inoltre è un’
azienda che fornisce lavoro a 5.000 dipendenti tra diretti e indotti.

Purtroppo, in data 21/12/2012, è stata dichiarata in commissariamento.

Recentemente il Governo delle larghe intese, tramite il Ministro Flavio Zanonato (PD), ha di fatto

decretato la fine dello stabilimento, avallando il piano industriale del Commissario Straordinario Nardi.

Tale piano prevede l’immediata chiusura dell’area a caldo con conseguente cassa integrazione per 1000 dipendenti, senza prospettive di un loro eventuale reintegro in azienda.

Tutto questo accade mentre rimaniamo in attesa di una fantomatica riconversione industriale.

Riconversione peraltro basata solo sulle parole.
Infatti, per il momento, non si è fatto avanti nessun acquirente e non esiste nessun piano di investimento certo e documentato.

L’unica certezza è che un territorio vasto come quello della Val di Cornia stia andando irreversibilmente verso il dramma sociale.

Migliaia di lavoratori dipendenti che nella loro vita hanno pagato fino all’ultimo centesimo di tasse, adesso chiedono solamente che lo Stato garantisca loro un futuro dignitoso.
Non attraverso la solita politica assistenzialistica
ma attraverso investimenti sul lavoro.
In particolare in un settore che, fino
ad oggi, i vari Governi hanno sempre definito strategico per il Paese: il settore dell’acciaio.

Adesso la vicenda è giunta alle battute finali ed il Governo che fa?
Assolutamente niente.

Ma la cosa più sconcertante è che nessuno ne parla.
Nessun TG
nazionale, nessuna trasmissione di approfondimento, nessun quotidiano nelle cronache nazionali ha sollevato il problema.

Eppure il Governo si occupa dell’ILVA, come si occupa dell’Alitalia, della Fiat, della Telecom e di realtà anche più piccole in termini di livello occupazionale come l’Alcoa.

Teniamo conto anche che recentemente si è tenuta a Piombino una manifestazione con circa 10.000 partecipanti, alla quale sono intervenuti, per la prima volta nella storia, tutti e tre i Segretari Nazionali dei Sindacati Confederati (Camusso, Angeletti, Bonanni) ma sulle testate nazionali neanche una traccia di tutto questo.

Come mai Piombino risulta così poco interessante per la stampa?
Il sospetto è che in Toscana (feudo storico del PD) i panni sporchi si debbano lavare in famiglia.

Quindi ci chiediamo: forse sarebbe elettoralmente troppo scomodo far sapere a milioni di elettori del PD che il loro partito è complice di tutto questo?
Elettori che si scandalizzano
quando sentono dire che l’informazione italiana è paragonabile a quella di qualche regime centro-africano.

Adesso vogliamo fare il nostro esercizio di chiaroveggenza:

Giovedì 24 Ottobre 2013 si terrà una manifestazione con blocco stradale della SS1, nata con l’intento di richiedere al Governo di riconsiderare il piano industriale aziendale recentemente approvato dal MISE.

Quante testate nazionali ne parleranno?
Nessuna.

In Toscana va tutto bene, non sta succedendo nulla.

Evviva Letta, evviva Rossi, evviva la Concordia!

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

Non tutte le strade portano a Roma!


Il 18 Ottobre 2013, a Roma, è stata suonata la messa di requiem per la città di Piombino.

Non tanto per la decisione di fermare l’AFO ma perchè la delegazione formata da Sindaco e rappresentanze sindacali è tornata con in mano un pugno di mosche.
Nessun piano concreto, nessun impegno economico da parte del Governo.
Solo fumo. 
O comunque il fantasma di una generale riconversione “messo li” per calmare gli animi.

Cittadini svegliamoci! 
La salvezza non arriverà da Roma.

La politica non ha idee.
Siamo governati da politicanti in balia degli eventi ed assolutamente non in grado di prendere quelle decisioni forti e di lungo respiro che dovrebbero essere alla base delle azioni di un qualsiasi Governo.

Ora è giunto il momento che i Piombinesi si riprendano in mano la loro sorte.

Istituzioni ed enti locali devono guardarsi in faccia ed iniziare a coordinare i loro sforzi.
Il Sindaco Anselmi prenda atto che il PD gli ha voltato le spalle! 
Il suo impegno, ora, dovrebbe essere rivolto a mettere in campo quelle sinergie locali che possono far si che Piombino riesca a stare a galla da sola.

Suggeriamo l’apertura di un tavolo di lavoro al quale partecipi il Sindaco, il Commissario Straordinario Nardi, ASIU, ASA e tutti gli enti locali, al fine di coordinare gli interventi.

Un esempio su tutti è il progetto “Solare termodiamico” che ASIU sta portando avanti da sola.
Recentemente, noi del MoVimento 5 Stelle Piombino, abbiamo appreso con stupore che il progetto è depositato agli atti in Comune da più di un anno.
Possibile che le forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale se ne accorgano solo adesso?
Tale progetto potrebbe fornire energia a basso costo in modo totalmente ecocompatibile.
Si tratterebbe di un piccolo ma concreto vantaggio per ciò che rimarrà dell’industria Piombinese ed un piccolo ma concreto incentivo per l’agricoltura locale, derivato dal conferimento degli scarti agricoli per la componente a biomasse.

PICCOLO MA CONCRETO!

Questo dovrà essere il mantra dell’Amministrazione Comunale per i prossimi anni.
Basta con le promesse di opere faraoniche per le quali non c’è (e forse non ci sarà mai) la copertura finanziaria.

Abbiamo sul nostro territorio due discariche: facciamo si che i rifiuti diventino una risorsa, facciamo nascere una filiera del riuso
e del riciclo.
Incentiviamo la filiera corta ed il commercio a km. 0.

Attività industriali di vitale importanza per il Paese vengono dismesse ogni giorno ed è ormai certo che la Lucchini sarà una di quelle.

Il Governo, mentre l’Italia lentamente si deindustrializza, è impegnato su altri fronti.

Solo i Piombinesi potranno salvare Piombino!
Ma occorrerà l’ impegno di ogni singolo cittadino.

Arriveranno momenti bui e ci sarà da soffrire ma facciamo si che la morte ci trovi vivi!

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

PORT AUTHORITY

Il MoVimento 5 Stelle Piombino apprende, leggendo l’articolo pubblicato su Il Tirreno in data odierna, che anche la Provincia di Livorno appoggia il Sindaco di Piombino Gianni Anselmi per la candidatura a prossimo Presidente della Port Authority.

Cerchiamo di capire meglio cosa significhi essere Presidente di tale ente.

Da Il Fatto Quotidiano:
Il paradiso dell’Autorità Portuale, di Andrea Viola, 22 Luglio 2013
In Italia esistono tanti paradisi.
Per i politici trombati, i migliori sono i posti di sottogoverno.
In questi giorni si dovranno rinnovare le cariche di sette Autorità Portuali e la corsa alla carissima e amata poltrona d’oro è iniziata da tempo.

 

Le Autorità Portuali in Italia, sono state istituite con la legge n. 84 del 28/01/1994.

L’art. 6, istituiva quelle di Ancona, Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Civitavecchia, Genova, La Spezia, Livorno, Marina di Carrara, Messina, Napoli, Palermo, Ravenna, Salerno, Savona, Taranto, Trieste e Venezia.
Negli anni successivi, considerate le esigenze “politiche”, ne sono state istituite altre sino ad arrivare al numero odierno di 24 Autorità Portuali.

I compiti dell’Autorità Portuale sono principalmente di indirizzo, programmazione, coordinamento, promozione e controllo delle operazioni portuali e delle altre attività commerciali e industriali esercitate nei porti, con poteri di regolamentazione e di ordinanza anche in riferimento alla sicurezza rispetto ai rischi di incidenti connessi a tale attività.

Gli organi dell’Autorità portuale sono:
– il Presidente, nominato dal Ministero delle Infrastrutture e trasporti, previa intesa con la Regione interessata, che rimane in carica quattro anni e può essere confermato solo una volta
– il Comitato Portuale
– il Segretario Generale
– il Collegio dei Revisori dei conti

Per farvi capire l’interesse a queste poltrone, basta vedere le retribuzioni del Presidente di un’Autorità Portuale.

Leggendo le relazioni della Corte dei Conti si può scoprire, ad esempio, che il Presidente dell’Autorità Portuale di Genova nel 2011 ha percepito € 308.653,00, quello di Civitavecchia € 228.508,00, quello di Napoli € 223.091, e così via.
Moltiplicate la media di € 250.000 per le 24 Autorità Portuale esistenti ed otterrete una cifra totale di € 6.000.000,00 di soldi pubblici spesi solo per le poltrone dei presidenti.

Naturalmente a questa cifra bisogna aggiungere i costi del Collegio dei revisori dei conti, del Comitato portuale, nonché dei Segretari generali e di una serie infinita di dirigenti.

Per farvi alcuni simpatici esempi, solo il Segretario Generale dell’Autorità Portuale di Genova, nel 2011 ha percepito € 305.677,00.
Mentre il collegio dei revisori e il comitato portuale percepiscono in media € 70.000 all’anno.
Moltiplicate tutto per 24 e otterrete una bella manovra finanziaria!

Naturalmente, direte voi, per ricoprire la carica di Presidente bisognerà avere importanti requisiti!

In teoria la legge asserisce: “il Presidente deve essere di massima e comprovata qualificazione professionale nei settori dell’economia dei trasporti e portuale”.

In realtà, in questi anni sono stati nominati politici che nulla avevano a che fare con esperienze nel settore.

Un caso che merita essere citato è quello dell’Autorità Portuale del Nord Sardegna.
In questi giorni scade il mandato del vecchio Presidente, e gli Enti interessati hanno indicato i lori nomi.
La Provincia di Olbia-Tempio e il Comune di Golfo Aranci hanno indicato come nome di punta l’ex. Senatore Pdl, nonché ex Presidente della Provincia stessa, il sig. Fedele Sanciu. Il politico gallurese, vanta come comprovata esperienza nel settore una licenza media e soprattutto l’aver fatto: il consigliere regionale, il senatore e il presidente della Provincia.

Insomma, per fare il Presidente e percepire uno stipendio da super dirigente pubblico non è necessario avere alcuna competenza, basta essere stato un politico.

La cosa più assurda di tutta questa vicenda è che le Autorità Portuali altro non fanno che ricoprire, in maniera molto dispendiosa per le casse pubbliche, dei ruoli e compiti che in precedenza svolgevano con competenza e senza costi aggiuntivi le Capitanerie di Porto in collaborazione con gli altri Enti pubblici già esistenti.

Un’enorme scatola vuota creata dalla politica per sottrarre risorse pubbliche alle infrastrutture e alla efficienza dei Porti Italiani, sempre più in difficoltà nel mercato.

Basterebbe eliminarle e ridare le competenze a chi di dovere per ridare fiato all’economia del settore e soprattutto non vedere sprecati tanti soldi pubblici.

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

Bio-E, questo sconosciuto

logo CampigliaLogo M5S Piombino newM5S SanVincenzo

In risposta all’articolo del TIRRENO, uscito in data 8 Ottobre 2013 e titolato “ECCO IL PORTA A PORTA ANCHE PER I RESIDENTI NEL CENTRO STORICO”, il MoVimento 5 Stelle Val di Cornia (composto da M5s Piombino, M5s San Vincenzo e M5s Campiglia/Venturina) precisa che questa tecnologia, con le modalità con cui sarà utilizzata da ASIU, avrà l’unico effetto di DIMINUIRE i VOLUMI di spazzatura di circa il 40% e non potrà vantare alcuna produzione di gas o biogas.

Alla luce di quanto detto sopra, formuliamo una domanda:

Perché questa scelta? Non poteva invece essere utilizzato un sistema di compostaggio aerobico, allo scopo di creare compost verde per l’utile fertilizzazione naturale dei nostri campi, a vantaggio dell’agricoltura locale?

Tale domanda l’abbiamo rivolta direttamente a Fulvio Murzi, il quale sostiene che l’attuale stato della R.S.U. (Rifiuti solidi urbani) così come giunge in discarica, non permette una tecnologia vincolata all’uso della sola raccolta differenziata umida (FORSU, Frazione Organica del Rifiuto Solido Urbano) e componente secca proveniente da potature, liquami organici, ecc.

“Il BIO-E (System and Method for Treatment of Organic Waste, http://www.bioe.it/home.html) è una tecnologia nuova”, ripete Murzi, “che servirà a ridurre i volumi dei rifiuti”, ma a nostro avviso, servirà solo a foraggiare l’inceneritore, probabilmente di Scarlino, in quanto, una volta terminato il processo di riduzione dei volumi, a causa dell’indifferenziazione dei rifiuti all’interno degli involucri in gore-tex, il residuo rimanente non potrà essere compostato.

All’interno vi sono ingenti componenti plastiche e inquinanti non vagliate a monte perciò, come ipotizzerà lo stesso Murzi, tale residuo potrebbe essere incenerito oppure stivato di nuovo in discarica.

Secondo la logica di pensiero di Murzi, le ceneri risultanti da un eventuale incenerimento potranno essere reimpiegate per la produzione del Conglomix, attualmente ricavato dal trattamento delle scorie siderurgiche della Lucchini. Questo tipo di “iter” secondo Murzi rappresenterebbe l’effettivo “Rifiuto Zero”.

Questa è un’interpretazione del concetto di “Rifiuti Zero” alquanto discutibile, per non parlare dell’enorme quantità di diossina presente nelle ceneri post incenerimento.

Il MoVimento 5 Stelle Val Di Cornia in questo comunicato congiunto esprime la sua contrarietà a quanto riportato nell’articolo in oggetto ed invita ASIU a rivedere tale tecnologia BIO-E con un sistema che possa creare veramente COMPOST VERDE, ottenuto da scarti di frutta, verdura e fiori provenienti da raccolta differenziata specifica, miscelati con scarti di potature anch’essi selezionati alla fonte, a beneficio delle nostre campagne e dell’ambiente.

MOVIMENTO 5 STELLE CAMPIGLIA/VENTURINA

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

MOVIMENTO 5 STELLE SAN VINCENZO 

SCIOPERO 3 OTTOBRE 2013


Il MoVimento 5 Stelle Piombino raccoglie la richiesta di aiuto da parte dei suoi cittadini relativamente alla grave situazione di crisi in cui versa lo stabilimento Lucchini.

Il MoVimento ha sempre garantito la sua presenza, sia fisica che morale, partecipando con i propri attivisti e simpatizzanti, in larga parte operai, a manifestazioni ed iniziative di sensibilizzazione al problema, pur talvolta non condividendone in pieno le forme, i tempi e i luoghi dell’organizzazione.

Saremo quindi felici di partecipare allo sciopero del 3 Ottobre 2013 come singoli cittadini in segno di solidarietà a tutti gli operai della fabbrica.

Non ostenteremo invece vessilli o bandiere, non cercheremo visibilità o attenzione come una certa politica ha fatto fino ad oggi e neanche contesteremo il palco dei relatori, in quanto imputiamo loro l’aver rivestito per lunghi anni il ruolo di imbonitori, o tranquillizzatori.

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

Acciaio Tour – 27 settembre 2013

REPORT DELLA VISITA ALLO STABILIMENTO LUCCHINI DI PIOMBINO

Acciaio Tour si avvia con l’incontro, alle ore 11.30 davanti alla portineria centrale dello stabilimento Lucchini, tra membri del MoVimento 5 Stelle Piombino, Portavoce al Senato e Assistenti arrivati in treno da Roma, Lucca e Grosseto, operai e giornalisti di Rai 3 in attesa dell’entrata dei rappresentanti, accompagnati da un nostro attivista, all’interno dell’acciaieria.

L’accoglienza e l’accreditamento sono curati dal Dott. Pepi, il quale avrà il compito di far visitare ai propri ospiti alcuni reparti Lucchini.

I Senatori Martelli, Cioffi e Paglini richiedono nell’immediato di poter visitare i settori più fatiscenti quali COV, colate continue e cockeria ma la risposta del Dott. Pepi è, da subito, negativa.

Le motivazioni: poco tempo a disposizione e pericolosità degli ambienti.

La prima tappa del tour prevede quindi il reparto TPP, il treno a rotaie.

Entrati nello stabilimento i nostri Portavoce appaiono disorientati e turbati sia dai macchinari e delle strumentazioni e quindi dalle tecnologie utilizzate, sia dall’impatto ambientale che i capannoni e le attrezzature hanno sul territorio. Increduli e allibiti soprattutto per il fatto che delle persone debbano lavorare 8/10 ore al giorno, su turnazioni, in quegli ambienti e in quello stato. Il più sconcertato risulta essere Carlo Martelli, facente parte della Commissione territorio-ambiente-beni ambientali al Senato, il quale, prima di visitare la Lucchini ha avuto modo di recarsi all’ILVA di Taranto, il quale ha confessato al nostro attivista presente al tour di essere rimasto impressionato dalla situazione dello stabilimento piombinese.

Moltissimi sono stati i quesiti posti al Dott. Raspolli, il vice capo reparto che ha accompagnato il gruppo durante la visita del TPP e le risposte sono sempre state molto esaurienti e puntuali.

Sara Paglini, Senatrice in Commissione lavoro, ha chiesto più e più volte al nostro membro attivo, nonchè operaio in quel reparto, come facesse a lavorare in un posto come il treno a rotaie e la risposta che le è stata data è stata “non hai ancora visto niente, aspetta l’AFO e ne riparliamo!“.

Usciti dal reparto, il gruppo ha attraversato tutta la fabbrica fino a raggiungere l’AFO, l’alto forno, dove erano atteso dal capo reparto Bastieri il quale ha fornito numerose spiegazioni e ha risposto alle domande che gli sono state poste per poi condurlo sul campo di colata a seguire la ghisa che sgorga verso i carri siluro diretti ai convertitori.

Se prima la perplessità dei nostri Portavoce erano abbastanza alte, dopo aver visto l’AFO esse sono arrivate a livelli impensabili, con lo stupore sempre più grande nelle loro facce. L’impatto visivo dell’alto forno, degli strumenti di lavoro e degli operai che vi operano non sono “da tutti i giorni”.

I nostri stessi attivisti che non lavorano all’interno dello stabilimento ma che abitano a Piombino da sempre e che vivono la vita dell’acciaieria dall’esterno, sono rimasti attoniti davanti alle foto scattate all’interno di esso.

Dopo circa 2 ore e mezzo di visita, il gruppo si è riavvicinato all’ingresso per incontrare il Dott. Semino, Direttore relazione esterne gruppo Lucchini e Vice del Commissario Straordinario Nardi. Recati nella sala riunioni, egli ha introdotto ai Portavoce, agli Assistenti e al rappresentante del MoVimento 5 Stelle Piombino le motivazioni per le quali l’acciaieria ha raggiunto un tale livello di drammaticità ambientale, economica e sociale, per poi arrivare a spiegare le cause per le quali il ciclo produttivo di Piombino parte molto svantaggiato rispetto ad altri cicli integrali (es. Taranto).

Infine, ha sottoposto ai nostri idee, soluzioni e opzioni del piano industriale Nardi creato appositamente per cercare di risolvere il grave problema dell’acciaieria Lucchini. Le possibili soluzioni solo:

– la vendita in toto, area a caldo compresa, per la quale però non vi sono offerte e quindi si arriverebbe ad una chiusura certa, calendarizzabile intorno al 30 Novembre 2013;

– la vendita dei laminatoi con la possibilità di costruzione di nuovi forni elettrici vicini dove, invece, sembra che vi siano delle offerte;

– la vendita singola di ogni laminatoio.

Ciò che ha attirato l’attenzione dei nostri Portavoce e dei membri del MoVimento 5 Stelle Piombino, con la speranza che venga attuata fino in fondo, è l’affermazione che, per quanto concerne la vendita, non verrà accettata l’offerta più vantaggiosa a livello economico bensì quella che salverà più posti di lavoro!

Infine, il Dott. Semino ha esplicato al gruppo il progetto Corex: secondo lui, il procedimento presenta ancora grosse lacune, pur funzionando benissimo nei Paesi dove è stato montato (Corea, Indonesia), giustificate dal fatto che, in Europa, nessuna azienda lo ha ancora montato e testato. Si tratterebbe sicuramente di un progetto interessante, afferma Semino, in quanto verrebbe fornito ad un prezzo sicuramente più basso del previsto, dato l’interesse da parte dell’azienda Siemens di poterlo sperimentare qui a Piombino, come primo centro Europeo. Il problema principale rimane sempre e solo quello di trovare un investitore!

In questa ultima fase del tour, i nostri Portavoce hanno concentrato i propri interventi e le proprie domande su argomenti che stanno particolarmente a cuore al MoVimento 5 Stelle, ovvero: l’ambiente, la sicurezza, la manutenzione, devono essere sempre al primo posto per il rispetto di chi lavora all’interno della Lucchini e di chi vive la città.

Altro importantissimo argomento discusso è stato la situazione dei lavoratori. Gli operai non dovranno in nessun modo perdere il proprio posto di lavoro ma dovranno essere ricollocati o aiutati economicamente.

Dopo quasi 5 ore, Acciaio Tour termina, con l’intervista dei Senatori da parte di Rai3 e con l’intenzione da parte di Sara Paglini di scrivere un suo report con le proprie osservazioni e di pubblicare le foto scattate all’interno dello stabilimento e la promessa di Carlo Martelli di registrare un video nel quale esprime le sue sensazioni e le sue proposte.

Gli attivisti del MoVimento 5 Stelle Piombino, durante l’attesa al di fuori dello stabilimento, hanno invece prodotto un video di interviste per dare voce alle ansie, alle paure e alle sensazioni degli operai.

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

 

Video intervista agli operai ed ai Portavoce

http://www.youtube.com/watch?v=7rKCPX_itu0

Chi è Online
There are currently 1 user and 0 guests online.
Online users
LikeBox
Facebook By Weblizar Powered By Weblizar